Destinazione: Italia – Friuli Venezia Giulia

Il Friuli Venezia Giulia si trova nel nord-est dell’Italia e confina con la Slovenia e l’Austria. Essa si affaccia sul mare Adriatico ed è circondata da alte montagne, che racchiudono molti paesaggi diversi tra loro. L’imponente altopiano del Carso è formato da rocce spazzate dal vento e l’erosione del suolo ha creato nel corso del tempo una serie di grotte e cavità. Friuli Venezia Giulia ha tanto da offrire dai bei monti della Carnia alle spiagge sabbioso, fino alle riserve naturali e le città gloriose…c’è qualcosa per tutti!

Storia

Il territorio friulano può vantare un antenato decisamente importante risalente all’epoca romana: Cividale, l’antica Forum Iulii fu infatti fondata da Giulio Cesare. La città, in seguito alla distruzione dell’altra perla romana Aquileia, divenne il centro amministrativo della regione che all’epoca si chiamava Venetia et Histria. Dopo molti secoli di dominazione straniera, qui le rivolte dell’irredentismo furono particolarmente forti e non prive di rappresaglie: il processo di annessione al Regno d’Italia e la conquista di territori come la Venezia Giulia furono assolutamente complessi. Il Friuli Venezia Giulia come lo conosciamo oggi è l’unione amministrativa di due regioni che vantano percorsi evolutivi diversi dal punto di vista storico e culturale: da un lato il Friuli, che comprende le province di Udine, Pordenone e Gorizia, dall’altro la Venezia Giulia, che invece fa riferimento alla provincia di Trieste, che entra a far parte dello stato italiano solo dopo la fine della seconda guerra mondiale.

 

Territorio

Gli scenari montani delle Dolomiti Orientali sono davvero spettacolari: la Carnia e le Alpi Giulie, oltre ai laghi, valli ed aree protette. Dal confine con il Veneto fino a Monfalcone, il litorale è ornato di lagune e presenta lunghe spiagge sabbiose, con numerose località turistiche come la famosa Lignano Sabbiadoro. La costa è piuttosto rocciosa, in particolare da Monfalcone a Trieste. La grande varietà di paesaggi si abbina al ricco e variegato patrimonio culturale determinato da una storia complessa e dalla confluenza di diverse civiltà in questo territorio. Per questo il Friuli Venezia Giulia si presenta come un piccolo universo con tante tradizioni diverse: essa è considerata la “terra dei contrasti”.

 

Clima

Per quanto riguarda il clima, il Friuli Venezia Giulia è influenzato da un clima mediterraneo lungo le coste, che pian piano lascia il posto ad un clima temperato addentrandosi nelle pianure e colline. Le Alpi Giulie e tutte le montagne della zona sono invece caratterizzate da un clima alpino. Un fenomeno importante, infine, da segnalare è la bora, un potente vento che soffia da est e talvolta può essere particolarmente intenso nel periodo invernale.

 

La cucina e prodotti tipici

Le tradizioni culinarie del Friuli Venezia Giulia sono influenzate dalla cultura slava, Centro-Europea e veneziana. La cucina si basa su ricette semplici ed ingredienti genuini: carne, latticini, insaccati e legumi, utilizzati per creare gustose specialità. Alcuni piatti tipici della zona sono la polenta, la porcina, un piatto a base di carne di maiale bollita, servita con crauti e senape, e le numerose zuppe ricche di verdure e legumi. Il prodotto tipico più importante della regione è il Prosciutto di San Daniele, conosciuto ed esportato in tutto il mondo, seguito dal formaggio Montasio e dal prosciutto affumicato di Sauris. Tra gli insaccati e le carni di maiale prodotti in Friuli troviamo vari salami, soppressa, salsicce e musèt con la brovada, (cotechino di maiale servito con rape inacidite con vinaccia). Il dolce regionale più famoso si chiama gubana, un guscio di pasta sfoglia ripieno di frutta secca. Deliziosi anche gli strudel e le torte alla frutta. I gustosi piatti della tradizione del territorio sono accompagnati da una ricca produzione di vini bianchi e rossi di alta qualità, come Refosco, Terrano, Malvasia, Tocai e Rebula. Il Friuli Venezia Giulia è rinomato anche per i suoi distillati, comprese le grappe tradizionali e aromatizzate.

 

Luoghi ed attrazioni da visitare

Uno dei gioielli più scintillanti della regione è l’antica Aquileia, una delle città più importanti dell’Impero Romano. Dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, è ricco di vestigia: dal foro ai ruderi del porto fluviale e della basilica, è anche uno dei più importanti esempi di arte paleocristiana. Le Dolomiti, altra aggiunta alla Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, sono un monumento naturale di grande valore e offrono scenari e colori estremamente suggestivi, sia in inverno che in estate: specchi d’acqua cristallina, cime innevate e valli rigogliose.

Dall’altopiano carsico passiamo al mare, dove Trieste nasconde innumerevoli bellezze – vecchi caffè, edifici neoclassici lungo il Canal Grande ed altri monumenti che rivelano il fascino di questa città dai tratti centro-europei ed il suo glorioso passato. Altra meta imperdibile è la cosmopolita Gorizia, con il suo castello medievale che rievoca secoli di storia. Udine non è meno affascinante, con il suo antico castello e le preziose opere di Giambattista Tiepolo. Merita infine una visita Pordenone, con i suoi palazzi antichi ed il Corso, costeggiato da tipici lunghi portici. Diverse altre città e piccoli paesini arricchiscono la regione con la loro arte e tradizioni. Grado è particolare per il suo centro storico in stile veneziano; il piccolo paese di San Daniele, per i suoi bellissimi affreschi e la Chiesa di Sant’Antonio; e Cividale del Friuli, per essere stata la sede del primo ducato longobardo d’Italia.